Su di noi

L’associazione IoDeposito ETS nasce nel 2009 in Friuli Venezia Giulia, con lo scopo di svolgere attività di promozione delle opportunità giovanili attraverso i media dell’arte e della cultura, sostenendo il benessere degli under-35, curandone le competenze specifiche, con una particolare propensione verso i settori delle arti visive, della formazione in ambito espressivo, del management culturale e della curatela.

Nel primo decennio di attività, l’associazione ha coinvolto quasi 250.000 persone nelle sue progettazioni: progetti di educativa, mostre, progetti culturali ed artistici, percorsi di ricerca e di formazione, laboratori e workshop. L’associazione lavora localmente, ma in chiave internazionale, riversando sul territorio l’esperienza e la collaborazione di realtà istituzionali, giovanili, artistiche e scientifiche nazionali e internazionali che operano in più di 50 paesi del mondo e oltre 200 artisti coinvolti.

Il team coinvolge una ventina circa di giovani professioniste e professionisti – caratterizzato da un alto profilo nell’ambito dell’educativa e della cultura – e opera soprattutto nelle aree di confine e in particolari contesti sociali. L’associazione IoDeposito ha dato vita a processi sperimentali di ricerca (fino agli studi storici e dell’italianistica), in stretta relazione a linguaggi artistici ed espressivi, concentrando anche molte energie nella creazione di percorsi di didattica laboratoriale creativa, interpretando il potere dell’arte come uno strumento di benessere, di espressività e di elaborazione personale e collettiva.

map

Eventi, workshop e mostre

Tutti i progetti di IoDeposito coinvolgono le comunità locali – con attenzione ai giovani, alle minoranze e ai particolari contesti sociali – con l’obiettivo di portare i risultati delle ricerche e produzioni artistiche in un circuito più ampio. Nel corso della sua attività l’associazione ha curato e promosso mostre, eventi e workshop sui territori di confine tra Italia e Slovenia (Trieste, Villa Manin a Passariano, Gorizia e Nova Gorica, Ljubljana), sul territorio nazionale (Venezia, Genova, Roma), nonché alcune sue opere sono musealizzate in alcune importanti istituzioni museali estere, come Mosede Fort, Greve (DNK), NAGN, la National Art Gallery of Namibia, Windhoek (NAM), il National WWI Museum and Memorial, Kansas City (USA), il Museu d’Història de Catalunya, Barcelona (SPA). Per approfondire www.iodeposito.org/projects e www.bsidewar.org

Educazione e formazione

Dopo un quinquennio di progetti orientati al benessere di bambine, bambini e adolescenti attraverso la didattica creativa, nel 2014 la nostra associazione crea il metodo Comfort Zone: questa particolare metodologia basa sulla possibilità, inscritta nella storia del territorio, di lavorare sull’identità geografica, familiare, individuale e collettiva, e sul benessere dei giovani e delle loro famiglie attraverso i media delle arti contemporanee, condividendola con gli altri in una forma di comunicazione molto potente. Dal 2019 abbiamo attivato una serie di progetti estesi e strutturati finanziati più volte dall’Unione Europea e dal Fondo nazionale per il contrasto della povertà educativa minorile: le attività di IoDeposito hanno mirato anche a coinvolgere in modo proattivo anche la fascia 18-35anni, e sviluppare nuove tematiche quali l’educazione ambientale, quella civica e quelle legate all’inclusione. Per approfondire www.comfortzoneatelier.org/progetto

B#S Edizioni e Itinerari artistico letterari

Molti dei progetti di ricerca accademica e di sviluppo di nuove narrative – coinvolgendo figure legate al mondo dell’arte, della letteratura e della poesia – nutrono un corposo catalogo di pubblicazioni, molte delle quali realizzate sotto l’etichetta di IoDeposito B#S Edizioni. L’obiettivo è dar nuova luce alle autrici e autori dei territori, indagandoli sotto nuovi profili e stimolando la creazione di nuova ricerca artistica su di loro. Negli ultimi anni, nell’ottica di ampliare le possibilità di fruizione dei contenuti e incontrare nuovi pubblici, l’associazione ha sviluppato gli Itinerari artistico letterari, sempre legati ai percorsi di ricerca e installati stabilmente in diversi luoghi. Per approfondire edizioni.bsidewar.org

 

Partners, finanziatori e patrocinanti

Enti e istituzioni che collaborano e che hanno collaborato con noi: Regione Friuli Venezia Giulia, Consiglio d’Europa, UNESCO e National Youth Committee UNESCO, Ministero della Gioventù e delle Pari Opportunità, Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Consiglio Regionale del Friuli Venezia Giulia, Regione Veneto, Provincia di Udine, Provincia di Gorizia, Provincia di Pordenone, Provincia di Trieste, Provincia di Treviso, Current, Città Metropolitana di Venezia, Comune di Gorizia, Comune di Trieste, Comune di Udine, Comune di Casarsa Della Delizia, Comune di Dogna, Comune di Giavera del Montello, Comune di Gradisca d’Isonzo, Comune di Fogliano Redipuglia, Comune di Venezia, Comune di Tarvisio, Comune du Chiusaforte, Comune di Monfalcone, Comunità Montana del Gemonese, Canal Del Ferro e Valcanale, Comune di Pirano (Slovenia), Comunità degli Italiani di Pirano (Slovenia), Casa Museo Tartini di Pirano, Comunità degli Italiani di Izola (Slovenia), Festival of Migrant Film (Slovenia), Comune di Padova, Villa Manin, Erpac, Turismo Friuli Venezia Giulia, The National WW1 Museum at Liberty Memorial & Edward Jones Research Center (U.S.A.), The Biennial Foundation (U.S.A.), The Peaceark association (U.S.A./CANADA), Centro Espositivo Sloveno A+A -Padiglione Nazionale Biennale, Istituto Sloveno di Cultura Clio Zavod, Kobariški Muzej (Slovenia), Sektor Institute (Slovenia), Comunità degli Italiani di Pirano, Photon-Centre of Contemporary Photography (Vienna, Austria; Ljubljana, Slovenia), Hiroshima Paece Memorial Museum (Giappone), Art For The World (Svizzera), Mosede Fort (Denimarca), Multimedia Art Museum di Mosca (Russia), Serpentine Gallery, Imperial War Museum World War First Centenary Partnership Programme (Gran Bretagna), National Australian War Memorial (Australia), In Flanders Fields Museum (Belgio), The World Remembers (Canada), Kigali Memorial Museum (Rwanda), National ontemporary Art Gallery of Namibia (Namibia), UX for Good (USA), Università Ca’ Foscari, Università degli Studi di Udine, Università degli Studi di Trieste, Università degli Studi di Trento, Primorska University, Girona University (Spagna), Università di Granada (Spagna), Università di Luven (Belgium), Royal Holloway University, SIS-British Society of Italian Studies (UK), Maypole Fundation (Uk), Memorial De Verdun (Francia), Post Screen Festival (Lisbona), K-Gold Temporary Gallery (Grecia), Museo Emotivo della Grande Guerra di Giavera del Montello, M9-Museo del ‘900 e Fondazione di Venezia, Museo della Grande Guerra della Marmolada, Museo della Battaglia di Vittorio Veneto, Padiglione Biennale Montenegro e Palazzo Malipiero, Next Youth (Lettonia), Frio Fundation (Polonia), Lokal_30 gallery (Polonia), Filantropia Slovenia (Lubiana), K-Gold temporary Gallery (Lesbo, Grecia), Università di Granada, Università di Girona (Spagna), Galleria Regionale d’Arte Contemporanea Spazzapan, Galleria Comunale d’Arte Contemporanea di Monfalcone, Galleria Marelia, Serra dei Giardini, Museo del Territorio di Dogna, Palazzo Veneziano e il Comune di Malborghetto, Salone degli Incanti di Trieste, Biblioteca Civica di Casarsa Della Delizia e Teatro Comunale Pasolini, Invisible Cities festival, Atelier Edgard Larsen, Aas 2 Bassa Friulana e Area Welfare di Comunità, Aas 3 Alto Friuli-servizio sociale dei comuni Gemonese-Canal Del Ferro-Valcanale, Forum delle Associazioni Familiari, Progetto Giovani di Casarsa della Delizia, Scuola Media A. Zardini di Pontebba, Istituto Bachman di Tarvisio, Istituto Comprensivo G. Randaccio di Monfalcone, Istituto Tecnico Tecnologico G. Marconi di Staranzano, IAL Aviano, IAL Pordenone, ISIS Zanussi di Pordenone, Italia Nostra, L’artistica, Grafite, Local Methodology (Kinmen, Taiwan),L’età dell’Acquario, Albero del Melogramma, Etnoblog, On Stage, Studio Mark, Società Cormonese Austria, Adria Art, Patagonia Art, La Grande Guerra+100, Associazione Rime, Associazione Modo, Proloco Fogliano Redipuglia-Sentieri di Pace, Gruppo Hermada Flavio Vidonis, CEDOS – centro di documentazione storica sulla Grande Guerra, The Guardian, Limes – Rivista Italiana di Geopolitica, iMagazine, Goliardica Edizioni, Radio One Furlane, Il Friuli, Lint Editoriale, Mursia, Aracne editrice, Gioachino Onorati Editore, libreria Ubik.

Le nostre progettazioni si svolgono con la partecipazione tecnica di SecYourNet, Kukilink, HG Trust, Alpi Julie, Enotria Tellus, VisualVoices (Cipro).

Documenti e trasparenza

IoDeposito è un’associazione riconosciuta, iscritta al registro RUNTS a partire dal 2024. Tutti i recapiti e dati dell’associazione sono pubblicati nell’omonima pagina.