MEMORY AS A LIVING MATTER /EXHIBITION

8 gennaio 2017

MEMORY AS A LIVING MATTER / La memoria della guerra attraverso la materia – Artisti internazionali per una reinterpretazione dell’oggetto bellico (mostra) 

Da sabato 04.02 – a domenica 05.03.17
Vernissage: Sabato 04 febbraio, alle ore 18:00 / Presso la sala Umberto Veruda, Trieste (in Piazza Piccola 1, accesso da Piazza Unità passando sotto al porticato centrale)

La mostra è fruibile gratuitamente dal lunedì al sabato dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 18.30

In qualsiasi punto della mostra il visitatore si trovi, sarà sempre circondato da un universo materico in bilico tra la fredda e pesante materialità di ruggine e calcestruzzo, e la fragile evanescenza della grafite, della cenere, del pane e dei gusci d’uovo, circondato da opere fatte con i resti della guerra e da opere che invece materializzano i lasciti inespressi della guerra, in una percezione diffusa di multi-focalità della storia, il cui il tempo persiste o sfuma nelle opere (disgregandole sotto ai suoi occhi, come un soffio di polvere e vento).
La mostra propone nuove interpretazioni dell’oggetto bellico ad opera di 10 artisti contemporanei internazionali, dalla Francia all’Olanda, dal Canada alla Cambogia, dall’Italia alla Slovenia, dalla Romania al Belgio.
In mostra: Man Ray, Nathalie Vanheuele, Boris Beja, Lang Ea, Cosima Montavoci, Claudio Beorchia, Ana Mrovlje, Anitra Hamilton, Ilisie Remus, Luca Terenzi.

per maggior informazioni: www.bsidewar.org

Memory as a living matter

Memory as a living matter_brochure

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi